L’isterectomia radicale (IR) comprende attualmente molte classificazioni chirurgiche che creano notevole confusione fra gli operatori, in quanto crea problemi nella definizione del razionale per la standardizzazione internazionale della classificazione dell’IR nella stesura di articoli scientifici e linee guida. Difatti negli anni si sono succedute varie classificazioni, a partire da Wertheim, seguita da Okabayashi e poi, da Meigs, sino all’ultima e più recentemente proposta, quella di Piver-Rutledge-Smith del 1974, che spesso eccede sia nella demolizione dei plessi nervosi (molto comune invece fra i chirurghi europei) sia nell’asportazione della cuffia vaginale e che suddivide l’IR in 5 classi. La differenza fra la [...]